Trustpilot

Villa Matilde, residenza arciduca, Vittorio Veneto 1918

Eretta nel 1905, Villa Matilde è una delle più prestigiose ville della città che non ha mai perso la funzione di residenza privata. E’ opera dell’architetto eclettico Gaetano Moretti (Milano, 1860-1938). Nel 1903-1904 mentre era responsabile dell’Ufficio regionale per i monumenti del Veneto e sovrintendeva alla ricostruzione del campanile di San Marco, Moretti aveva progettato anche la facciata della Cattedrale di Ceneda.

Villa Matilde venne subito occupata dall’Alto Comando austriaco, che fino al 22 gennaio 1918 dovette sottostare agli ordini del Generale della 14° Armata e del suo Capo di Stato Maggiore, il tedesco Konrad Krafft von Dellmensinger. Durante la prima guerra mondiale con il passaggio dei poteri alla 6° Armata austriaca, che controllava il territorio da Quero a Ponte della Priula, la villa divenne la residenza arciduca e del suo Alto Comandante, l’Arciduca Giuseppe d’Asburgo-Lorena, lontano cugino dell’Imperatore Carlo I. Il primo gennaio 1918 nel parco esplose una bomba italiana: i segni di quello scoppio sono ancora visibili e ricordati da una lapide posta sulla parete meridionale dell’edificio nei cui pressi sorge anche il “Monumento al Cieco di guerra“.

Tutte le immagini sono coperte da diritti di autore di Alessandro Steffan (Reflexbook e Reflexdrone) e non possono essere utilizzate in alcuna forma senza il consenso dell’autore, per informazioni utilizzate il modulo nella sezione contatti.

ALTRI SERVIZI SPECIALI E RADUNI

Torna in cima