Trustpilot

Palazzo De Carlo, Vittorio Veneto 1918

Dal 1849 al 1968 in questo palazzo nel cuore di Serravalle risedette la famiglia De Carlo, imprenditori del legname originari di Calalzo di Cadore. L’edificio era stato eretto alla fine del Cinquecento da Minuccio Minucci, arcivescovo di Zara e diplomatico pontificio, esponente di spicco di una delle piu antiche e nobili famiglie del territorio.
Giacomo Camillo De Carlo donò il palazzo alla città affinchè la sua dimora, con tutti gli arredi, fosse conservata: oggi è una sede museale, un “piccolo Vittoriale” che espone i tanti oggetti di pregio che il suo ultimo abitante ha collezionato.

Giacomo Camillo De Carlo (Venezia 1892 – Vittorio Veneto 1968) entrò nella Grande Guerra come ufficiale di Cavalleria per diventare poi pilota del Servizio Informazioni dell’Aereonautica meritandosi diverse onoreficenze per le sue imprese sul Carso. Dopo Caporetto condusse un’importante azione di spionaggio: portato a destinazione da un aeroplano in territorio invaso, tra il maggio e l’agosto 1918 raccolse informazioni sull’esercito nemico, grazie anche alla collaborazione del Comandante di Tappa, l’istriano Carlo Baxa. Per questo ricevette la Medaglia d’Oro al Valor Militare. Nel dopoguerra fu Podestà della città e impegnato in missioni di spionaggio in Oriente, Russia e Nord-Africa.

Tutte le immagini sono coperte da diritti di autore di Alessandro Steffan (Reflexbook e Reflexdrone) e non possono essere utilizzate in alcuna forma senza il consenso dell’autore, per informazioni utilizzate il modulo nella sezione contatti.

ALTRI SERVIZI SPECIALI E RADUNI

Torna in cima