Trustpilot

Ospedale militare, Vittorio Veneto 1918

Il Seminario venne istituito a Ceneda nel 1587 ma l’assetto attuale è frutto di importanti interventi di ampliamento avvenuti dal 1925 al 1944. E’ comunque possibile riconosce la forma che l’edificio aveva nel 1917, corrispondente alle prime otto finestre del piano terra che si affacciano sulla piazza e affiancano il portale d’accesso. Nel 1915 durante la prima guerra mondiale, quando la città che allora contava circa 22.000 abitanti si trovò all’interno della “Zona di Guerra”, il vescovo Rodolfo Caroli (1913-1917) concesse una parte degli spazi del Seminario alle autorità militari italiano che vi installarono un ospedale militare di convalescenza.

Sfollati i degenti nei giorni dopo Caporetto, il Seminario mantenne la stessa funzione sanitaria anche nell’Anno dell’Invasione accogliendo i feriti dell’Esercito Imperiale. Posto inizialmente sotto la direzione degli austriaci, dall’aprile 1918 passò sotto quella degli ungheresi e poi della Croce rossa, sezione chirurgia, quando l’ospedale ungherese venne spostato nello Stabilimento Bacologico Pasqualis.

Tutte le immagini sono coperte da diritti di autore di Alessandro Steffan (Reflexbook e Reflexdrone) e non possono essere utilizzate in alcuna forma senza il consenso dell’autore, per informazioni utilizzate il modulo nella sezione contatti.

ALTRI SERVIZI SPECIALI E RADUNI

Torna in cima