Trustpilot

Casa del soldato, Vittorio Veneto 1918

Dal 1946 al 2013 Palazzo Altan è stato legato all’Esercito Italiano, prima come sede di rappresentanza e residenza del Comandante del V Corpo d’Armata, poi del I F.O.D. L’edificio era stato eretto lungo la Calgranda nel tardo Seicento per la nobile famiglia Lioni, passato poi per via matrimoniale alla famiglia Altan che nel 1946 lo vendette allo Stato. La villa attigua lungo via Lioni, sede del Corpo Forestale, nel 1917 era la residenza della famiglia di imprenditori bacologici Pasqualis.

Durante la prima guerra mondiale, nel 1916 a Palazzo Altan ebbe sede una delle 70 “Case del Soldato” che sorsero nelle retrovie. Erano centri ricreativi promossi da don Giovanni Minozzi, nati per offrire ai soldati luoghi per il tempo libero assistendo ad edificanti spettacoli musicali e teatrali o imparando a leggere e a scrivere. L’obiettivo era evitare che nel riposo dai combattimenti i soldati si abbandonassero all’alcool o alla ricerca di compagnie femminili. Dopo Caporetto vennero qui alloggiati degli ufficiali, gran parte degli arredi venne distrutta e il salone centrale fu utilizzato come stalla per i cavalli. Nella Villa Pasqualis trovò sede il Quartier Generale della 6^ Armata austro-ungarica, comandata a partire dall’agosto 1918 dal generale Alois Eduard Konrad principe di Schonburg-Hartenstein.

Tutte le immagini sono coperte da diritti di autore di Alessandro Steffan (Reflexbook e Reflexdrone) e non possono essere utilizzate in alcuna forma senza il consenso dell’autore, per informazioni utilizzate il modulo nella sezione contatti.

ALTRI SERVIZI SPECIALI E RADUNI

Torna in cima